Victam
  • Alleanza internazionale per salvaguardare salute umana, animale e ambientale

    Print
    Animal task force

    Le interazioni tra esseri umani, animali e ambiente devono essere sicure e per questo Fao, Oms e Oie hanno rilanciato un impegno comune per contrastare le minacce relative a tali interazioni: “Questa alleanza unisce le competenze specialistiche e l'esperienza di ognuna delle tre organizzazioni per ottenere esattamente questo, attraverso un approccio "One Health" (Una salute)”, spiega il direttore generale della Fao Jose Graziano da Silva. L'alleanza è stata sancita in un Memorandum d'Intesa in cui è stato deciso di potenziare la loro collaborazione in particolare per affrontare il problema della resistenza agli antibiotici. 

    Per l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e l'Organizzazione Mondiale per la Salute Animale la resistenza ai farmaci sviluppata dagli agenti patogeni è una priorità assoluta. Sorveglianza del fenomeno, monitoraggio e uso responsabile degli antimicrobici sono le parole d'ordine per l'azione di contrasto di Oms, Fao e Oie: "La minaccia della resistenza antimicrobica interessa sia gli uomini, che gli animali, che il nostro ambiente. Per questo motivo la Triplice Alleanza di Oms, Fao ed Oie è cosi importante," afferma il Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms. 

    Un altro aspetto preoccupante è quello rappresentato dalle malattie zoonotiche emergenti ed endemiche. Il documento ha come obiettivo il miglioramento delle capacità di previsione per interventi più tempestivi, l'aiuto ai sistemi sanitari nazionali e l'adozione di misure congiunte per la riduzione delle minacce: "Oltre il 60% degli agenti patogeni esistenti o emergenti che colpiscono gli esseri umani hanno origine animale; il 75% di questi viene da animali selvatici. Per questo non possiamo affrontare i problemi della salute umana, animale e dell'ambiente in maniera isolata - dobbiamo considerarli e gestirli insieme”, sottolinea da Silva. 

    Le attività comuni previste dal nuovo accordo includeranno, tra l'altro: 

    • Affrontare le sfide della sicurezza alimentare che richiedono un approccio multi-settoriale nel contesto di un generale rafforzamento della sicurezza alimentare;  

    • Promuovere il coordinamento nel settore ricerca e sviluppo per raggiungere una visione comune sulle malattie zoonotiche di maggior priorità e sul tipo di ricerca necessaria a prevenirle, individuarle e controllarle; 

    • Lavorare con i Paesi al fine di rafforzare la salute umana a livello nazionale e regionale, cosi come la salute animale e i servizi per la sicurezza alimentare; 

    • Migliorare la cooperazione nelle attività di analisi previsionale, valutazione del rischio, rafforzamento della capacità di preparazione e delle risposte comuni alle malattie infettive - nuove, vecchie e trascurate - che minacciano la salute umana, animale e dell'ambiente.

    redazione 07-06-2018 Tag: resistenza antibioticifaoomsOiesicurezza alimentaremalattie zoonotiche
Articoli correlati
  • Efsa, residui di farmaci veterinari conformi ai livelli di sicurezza

    La presenza dei residui di farmaci veterinari e contaminanti negli animali e negli alimenti di origine animale è conforme ai livelli di sicurezza raccomandati. Lo rivela il rapporto: “Report for 2017 on the results from the monitoring of veterinary...

    19-05-2019
  • Ingredienti per mangimi, approvati documenti di orientamento Iccf

    Il 14 marzo 2019 a Bangkok (Tailandia) l’International cooperation for convergence of technical requirements for the assessment of feed ingredients (Iccf) ha approvato i primi due documenti di orientamento: “Stability testing of feed...

    03-05-2019
  • Fao e Wfp: nel 2018 insicurezza alimentare acuta in 53 paesi

    Nel 2018 circa 113 milioni di persone in 53 paesi hanno sperimentato gravi livelli di “insicurezza alimentare acuta”: l'impossibilità di consumare cibo a sufficienza, che mette le persone e i loro mezzi di sostentamento in immediato pericolo....

    09-04-2019
  • Commodities alimentari, a marzo prezzi stabili

    A marzo i prezzi delle materie prime alimentari sono rimasti sostanzialmente stabili. L’aumento delle quotazioni dei prodotti lattiero-caseari e della carne è stato, infatti, compensato dal calo dei listini dei cereali, dell'olio vegetale e dello...

    07-04-2019
  • Il futuro del settore mangimistico e alimentare, focus durante 6° Gffc

    Le sfide che il settore mangimistico e il comparto alimentare dovranno affrontare nei prossimi anni sono state al centro della sesta edizione del “Global feed & food congress 2019 (Gffc)”, che si è svolto dall'11 al 13 marzo 2019 a Bangkok...

    27-03-2019