• Uso di nanotecnologie in alimenti e mangimi: le linee guida dell’Efsa

    Print
    Efsa

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato una guida su come valutare la sicurezza delle richieste di autorizzazione in tema di nanoscienze e nanotecnologia. Le nuove linee guida, intitolate: “Guidance on the human and animal risk assessment of the application of nanoscience and nanotechnologies in agri/food/feed”, offrono suggerimenti pratici sui tipi di test richiesti e sui metodi applicabili, e si concentrano in particolare sulla valutazione della sicurezza per la salute umana e animale.

    “La pubblicazione di questa guida è molto tempestiva – sottolinea Reinhilde Schoonjans, scienziato dell’Efsa che si occupa di valutazione del rischio -, perché offre ai richiedenti gli strumenti di cui hanno bisogno per predisporre con completezza le proprie richieste di autorizzazione in tema di nanotecnologie e dota i valutatori del rischio come l'Efsa di strumenti adeguati per valutarne la sicurezza”.

    La guida fa riferimento, in particolare, alle seguenti aree: i nuovi alimenti, i materiali a contatto con gli alimenti, gli additivi alimentari, gli additivi per mangimi e i pesticidi. Il documento è destinato a tutte le parti interessate, in particolare ai valutatori del rischio, ai gestori del rischio e a coloro che richiedono l’autorizzazione.

    L’Efsa precisa che le linee guida sono state sottoposte a una consultazione pubblica per tre mesi e che tengono conto di tutti i commenti ricevuti. Ora si passa a una fase sperimentale, che si concluderà con la pubblicazione della versione finale del documento prevista per la fine del 2019. L’Autorità annuncia che l’anno prossimo verrà sviluppata anche una seconda guida, riguardante la valutazione dei rischi per l’ambiente connessi alle richieste di autorizzazione di nanoscienze e nanotecnologie nella filiera degli alimenti umani e animali.

    red. 06-07-2018 Tag: sicurezza alimentaresalute umanabenessere animalescienzananotecnologieEFSA
Articoli correlati
  • Efsa: rallentano progressi nella lotta alle malattie zoonotiche

    I progressi nella lotta alle malattie zoonotiche nell’Unione Europea stanno rallentando. Lo sostiene nel rapporto: “The European Union summary report on trends and sources of zoonoses, zoonotic agents and food-borne outbreaks in 2017”...

    14-12-2018
  • Sicurezza alimentare, gli esiti dei controlli sulle micotossine negli alimenti

    Nel 2017 sono stati individuati 24 campioni di prodotti alimentari che superano i limiti massimi di micotossine. Si tratta di un numero inferiore rispetto ai 56 campioni rinvenuti nel 2016, anche se gli alimenti esaminati sono stati di meno. Lo evidenzia la...

    09-12-2018
  • Efsa, la situazione della peste suina

    Il rilevamento precoce, la rimozione rapida delle carcasse degli animali morti a causa della malattia e la caccia intensiva nelle zone colpite dall’infezione potrebbero favorire l’eradicazione della peste suina africana (Psa). È quanto emerge...

    08-12-2018
  • I valori di riferimento per la dieta nella nuova pagina interattiva dell'Efsa

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha realizzato una pagina web in cui uno strumento interattivo, chiamato “Drv Finder”, permette ai nutrizionisti e agli altri professionisti della salute di eseguire facilmente rapidi...

    06-12-2018
  • Encefalopatie spongiformi, la situazione nella Comunità europea

    Nel 2017 non sono stati individuati casi di encefalopatia spongiforme bovina (Bse) classica nell’Unione Europea, anche se sono stati segnalati sei casi di Bse atipica. Lo evidenzia il rapporto: “The European Union summary report on surveillance for...

    05-12-2018