• IGC: soia verso annata record, in calo la produzione di grano

    Print
    Grano agricoltura %c2%a9 mozzz   fotolia.com

    Previsioni in chiaroscuro per il settore cerealicolo mondiale. Se la produzione di grano e altri cereali è prevista in calo, per il mais e la soia i mercati saranno più dinamici. Sono le indicazioni degli esperti dell'International Grains Council per l'annata 2018/2019.  

    Le condizioni climatiche sfavorevoli nelle regioni chiave per il settore cerealicolo porteranno a una riduzione del 2% della produzione di grano e cereali secondari. Sarà il terzo anno consecutivo in cui il livello produttivo sarà col sengo meno; le stime lo fissano a 2,059 milioni di tonnellate. Un declino particolarmente rapido è previsto per il grano ma anche per l'avena, l'orzo e la segale. Va meglio per il mais, per cui è previsto un aumento di 8 milioni di tonnellate dovuto a un recupero nella produzione in Sud America. In aumento, invece, il consumo globale di questi cereali grazie all'impiego nell'alimentazione (soprattutto per il grano) e per l'uso industriale (per il mais, in particolare). L'incremento è indicato all'1%.  

    Oltre alla riduzione della fornitura di cereali c'è un secondo calo consecutivo per le riserve, in particolare di 46 milioni di tonnellate per il mais e 18 per il grano. Secondo gli esperti le riserve si ridurranno tanto in Cina quanto nei maggiori Paesi esportatori.  

    Per quanto riguarda la soia le tendenze sono diverse. Nel 2017/2018 c'è stato un boom dei consumi ma un calo nella produzione di 11 milioni di tonnellate e pertanto le riserve mondiali, comprese quelle di un Paese chiave come l'Argentina, si sono contratte dell'11%. A fronte delle previsioni ottimistiche in Sud America, la produzione globale di soia potrebbe infatti rimbalzare a un livello record di 359 milioni di tonnellate nell'annata in corso. E se in Cina gli acquisti sono previsti in calo, i volumi di soia potrebbero espandersi comunque grazie agli acquisti di altri Paesi. 

    Infine anche per il riso alcuni indicatori sono positivi. Il commercio globale di riso nel 2018 è previsto in leggera espansione su base tendenziale con 47,5 milioni di tonnellate.

    redazione 02-08-2018 Tag: maisgranosoiaproduzione
Articoli correlati
  • Mais, la ripresa dell'Argentina

    Il prossimo anno in Argentina la produzione di diversi cereali impiegati nella produzione di mangimi, in particolare del mais, dovrebbe aumentare in modo significativo. Merito del miglioramento delle condizioni climatiche, secondo il rapporto: “Argentina:...

    13-08-2018
  • Fefac: bene accordo Ue-Usa su rafforzamento relazioni commerciali

    La Federazione dei produttori europei di mangimi composti (Fefac - European Feed Manufacturers' Federation) accoglie con favore la dichiarazione congiunta dell’Unione Europea e degli Stati Uniti, che annuncia il rafforzamento delle relazioni commerciali...

    28-07-2018
  • Usda: migliora qualità della soia, resta stabile quella del mais

    La qualità della soia prodotta quest’anno negli Stati Uniti è migliore delle aspettative: il 70% del raccolto rientra nella categoria “da buono a eccellente”. Lo evidenzia il rapporto “Crop Progress” pubblicato dal...

    25-07-2018
  • Igc: produzione di cereali in calo nella stagione 2018-19

    Nella stagione 2018-19 la produzione totale di cereali dovrebbe fermarsi a 2,077 miliardi di tonnellate, registrando un calo rispetto ai 2,09 miliardi di tonnellate del periodo 2017-18. Lo evidenzia il “Grain market report” pubblicato...

    20-07-2018
  • Usda: crescono coltivazioni di grano, diminuiscono quelle di mais e soia

    Nel 2018 la superficie destinata alla coltivazione del grano negli Stati Uniti dovrebbe raggiungere i 47,821 milioni di acri, l'1% in più rispetto alle precedenti stime effettuate a marzo e il 4% in più rispetto al 2017. Ma nonostante...

    06-07-2018