Victam
  • Fefac, pubblicato rapporto annuale 2017-2018

    Print

    Il documento illustra le misure adottate e i punti di vista della federazione

    Mucche bovini allevamento zootecnia %c2%a9 pavel losevsky   fotolia

    Fefac (European Feed Manufacturers' Federation), la federazione dei produttori europei di mangimi composti, ha pubblicato il documento: Annual Report 2017-2018”, che descrive le iniziative messe in atto nel corso dell’ultimo anno e il punto di vista della federazione sugli argomenti più rilevanti per l'industria mangimistica europea. Il periodo 2017-2018 è stato il primo anno di presidenza di Nick Major, che ha definito come prioritaria la realizzazione della “Visione dell’industria dei mangimi 2030”, un dossier adottato nel 2016 che illustra numerose soluzioni per rendere sostenibili gli allevamenti. Il Presidente Major osserva che il passaggio da un approccio difensivo a un approccio proattivo sta già mostrando i primi risultati, e sottolinea l’importanza del lavoro svolto da Fefac per promuovere la sostenibilità del settore zootecnico.

    Il rapporto fornisce una panoramica delle azioni adottate dalla federazione nel periodo 2017-2018 e le posizioni assunte da Fefac sulle tematiche di maggior interesse per i produttori di alimenti per animali. Ciò include la pubblicazione del documento: “PEFCR Feed for Food-Producing Animals”, che illustra la metodologia da seguire per definire l'impronta ambientale della produzione dei mangimi, l’aggiornamento dei livelli massimi di rame dietetico consentiti negli alimenti per maiali e suinetti, l'accordo politico sui mangimi medicati e il ruolo dell'alimentazione animale nell'ambito del prossimo “Piano europeo delle proteine”.

    La relazione riassume brevemente anche i dibattiti affrontati nel corso della 63° Assemblea generale Fefac, che si è svolta dal 20 al 21 giugno 2018 a Lione (Francia), durante la quale è stato discusso il ruolo dell'alimentazione animale nella gestione della salute del bestiame. Infine, la sezione centrale del documento contiene una selezione delle statistiche elaborate nel 2017 in relazione alla produzione di mangimi composti.

    Foto: © Pavel Losevsky – Fotolia

    red. 06-08-2018 Tag: FEFACzootecniamangimisostenibilità
Articoli correlati
  • Canali: “Più dialogo e meno conflitto tra gli attori del settore suinicolo”

    Sebbene alcune delle eccellenze della suinicoltura italiana rientrino fra i prodotti di punta del Made in Italy, la sua presenza sui mercati esteri non è ancora forte come potrebbe essere. Il settore è in ripresa ma i margini di crescita sono...

    11-03-2019
  • Biosicurezza, iniziativa Fefac-Anfnc

    Il contributo offerto dalle pratiche di biosicurezza all’interno dei mangimifici per prevenire la diffusione dei virus è stato al centro del seminario che si è svolto lo scorso 21 febbraio a Bucarest (Romania), su iniziativa di Fefac...

    08-03-2019
  • Afcc, Jacob Hansen eletto nuovo presidente

    Jacob Hansen, Direttore Generale di Fertilizers Europe, è stato eletto presidente di Agri-food chain coalition (Afcc), che rappresenta le 11 principali associazioni di settore della catena agroalimentare dell'Unione Europea. Il neo-presidente si è...

    05-03-2019
  • Mangimi, nel 2018 produzione europea oltre i 161 milioni di tonnellate

    Un leggero aumento della produzione di mangimi, dell'ordine dello 0,8%, è stato stimato da Fefac per il 2018. Secondo gli esperti della Federazione dei produttori europei di mangimi la produzione nei 28 Paesi europei affiliati ha raggiunto lo scorso anno...

    03-03-2019
  • Mangimi, produzione record nel 2018: superati 1,1 miliardi di tonnellate

    Nel 2018 la produzione globale di mangimi ha stabilito un nuovo record: è cresciuta del 3% rispetto all’anno precedente, fino a superare 1,1 miliardi di tonnellate. Lo rileva il rapporto “2019 Alltech Global Feed Survey” pubblicato dalla...

    10-02-2019